Comunicare tramite chat

Se una volta i ragazzi si ritrovavano giù nel cortile, all’angolo di una piazza, al bar e in altri posti d’aggregazione nel quartiere, oggi invece molti passano il tempo libero su internet stando per ore seduti davanti un pc. La comunicazione e la socializzazione tra i giovani è cambiata. Fino ad una decina d’anni fa per chiamare l’amico gli si andava a suonare al citofono, oppure col telefono di casa si chiamava a casa sua. Poi con l’avvento del cellulare anche tra i ragazzi le chiamate da fisso a fisso sono diminuite e si è passati al contatto diretto da telefonino a telefonino. socialCosì le chiamate a casa sono state sostituite prima dagli sms e dagli squilli, per poi finire anche quest’ultimi in secondo piano a favore dei messaggi in chat, dei post sulla bacheca di Facebook, del tweet su Twitter e così via. La socializzazione che prima avveniva faccia a faccia si  è spostata sulle chat senza registrazione.

 

Queste di fatto consentono la comunicazione tra persone che fra di loro sono lontane chilometri e chilometri di distanza. Se da un lato è vero che sono cambiate le modalità di comunicare e che oggi l’interazione sociale passachat-pc molto spesso dal web è anche vero che il progresso tecnologico e informatico in particolare ha ampliato i canali di comunicazione offrendone di nuovi a costi ridotti. Sarà sempre più così per le nuove generazioni che nasceranno e cresceranno conoscendo sin da subito chat, social network e tutto quel mondo online che ha cambiato la società, il modo di comunicare, il modo di fare informazione e di relazionarsi con le persone. Con un pc ed una connessione, basta accedere a una chat ed è possibile fare amicizia con persone che altrimenti non avremmo mai il modo di conoscere.